Alla scoperta del Lacrima di Morro d’Alba con la Masterclass AIS

Questa settimana si è tenuto presso l’Hotel Tiber a Fiumicino, la masterclass sul Lacrima di Morro d’Alba, organizzata da AIS Fiumicino Ostia, alla quale ho voluto partecipare con molto interesse. Il Lacrima di Morro d’Alba è un vitigno molto interessante delle Marche che non molti, ahimé, conoscono, oppure sottovalutano. In realtà, durante questo evento il consorzio Produttori Lacrima di Morro, nella persona di Guido Perrella, ha avuto modo di presentare diverse sfaccettature dei vini prodotti da questo vitigno, dallo spumante al passito, passando con anche alcuni vini di annate precedenti, in modo da esplorarne anche possibili evoluzioni. Un viaggio interessante alla scoperta delle molte sfaccettature del Lacrima di Morro d’Alba.

Masterclass Lacrima di Morro d'Alba AIS

La Masterclass AIS sul Lacrima di Morro d’Alba

Grazie alla delegazione AIS di Fiumicino Ostia, in particolare la delegata Ilaria de Donato e Sonia Scala, ho avuto modo di partecipare a questo splendido evento in cui il vitigno autoctono marchigiano, il Lacrima di Morro d’Alba è stato il protagonista indiscusso. A farne da mentore, nient’altro che Guido Perrella, il presidente del Consorzio, che nel corso della serata ci ha portato nel mondo di questo vitigno, facendoci conoscere tutta la sua storia, le vicissitudini di una DOC che ormai vanta molti anni alle spalle e le molte sfaccettature che esprime nei vini.

Lacrima di Morro AIS masterclass - Guido Perrella
Guido Perrella durante la Masterclass AIS sul Lacrima di Morro d’Alba

Dare la giusta visibilità a quello che è accaduto nel mondo del Lacrima di Morro” è con questa frase che Guido Perrella introduce il vitigno ai partecipanti, ed in queste parole che si esprime appieno lo spirito della masterclass. Quindi, e giustamente, per prima cosa si è parlato del vitigno Lacrima di Morro d’Alba e della sua particolare lotta nel trovare il suo spazio produttivo, dato che si ritrova a condividerlo con il gigante Verdicchio, vitigno a bacca bianca.

Dall’anno di nascita della DOC omonima, 1985, dai suoi pochissimi ettari (meno di 10) si è giunti attualmente a coprire un territorio di quasi 300 ettari di estensione. Un ottimo risultato dato che sono spazi “tolti” al verdicchio con i suoi oltre 3000 ettari di produzione. Comunque nell’ambito della produzione di vini marchigiani, il Lacrima di Morro d’Alba copre una piccola fascia di mercato, che anche se rappresentata da vini di qualità e con particolarità espressive, trova una certa difficoltà a trovare uno spazio nel mercato nazionale e a raggiungere il pubblico di appassionati del mondo del vino.

Lacrima di Morro d'Alba DOC - entrata nel comune

Obiettivi futuri: aggiungere la tipologia Riserva alla denominazione

Per quanto riguarda la DOC Lacrima di Morro d’Alba, la denominazione prevede attualmente diverse tipologie di vino come:

  • Lacrima di Morro d’Alba DOC
  • Lacrima di Morro d’Alba DOC Superiore
  • Lacrima di Morro d’Alba DOC Passito

Alla lista manca la menzione Riserva, dato che questa tipologia di vino non ha ancora dei vini rappresentanti, vuoi un po’ perchè il Lacrima di Morro è un vino che da sempre è stato visto come un vino giovane, con le sue note violacee e profumate, e vuoi un po’ perchè il vitigno si presta difficilmente a questo tipo di lavorazione. Ma, come affermato durante la masterclass, sono molti gli sforzi e le ricerche che stanno portando questo vitigno alla produzione anche di una tipologia Riserva. Infatti scopo anche della masterclass, come ha affermato Guido Perrella, è anche quello di mostrare l’impegno e l’investimento dei produttori nella sperimentazione, inserendo nell’elenco dei vini in degustazione alcune etichette con passaggi in legno.

Lacrima di Morro AIS masterclass, vini in degustazione

Da un fronte completamente opposto, dal punto di vista delle tipologie di vino, questa sperimentazione sta dando dei buoni risultati anche nella spumantizzazione, con alcune etichette di spumanti già presenti in commercio, di cui Metodo Classico già presente in commercio e presentato alla degustazione della masterclass.

Nella seconda parte della masterclass, si è giunti alla degustazione di una serie di vini scelti appositamente per far conoscere tutte le possibili sfaccettature di un vitigno che si sta dimostrando più longevo di quanto si pensasse ed adatto a diverse tipologie. A guidarci nella degustazione vi è Angelo Petracci, relatore AIS, che ci ha accompagnato con le sue ottime spiegazioni a comprendere meglio i vini presentati.

AIS masterclass - Angelo Petracci e Ilaria de Donato
Angelo Petracci (relatore AIS) e Ilaria de Donato (delegato AIS)

Ecco quindi l’elenco dei vini in degustazioni presentati durante la masterclass:

  • Spumante Metodo Classico Extra Brut Rosé 1934 Romagnoli del 2018
  • Lacrima di Morro d’Alba DOC Sensazioni Mancinelli del 2022
  • Lacrima di Morro d’Alba DOC Diana Filodivino del 2021
  • Lacrima di Morro d’Alba DOC Superiore Luigino Giusti del 2020
  • Lacrima di Morro d’Alba DOC Superiore Le Cantarelle Podere S.Lucia del 2020
  • Lacrima di Morro d’Alba DOC Superiore Guardengo Lucchetti del 2018
  • Lacrima di Morro d’Alba DOC Superiore Orgiolo Marotti Campi del 2016
  • Lacrima di Morro d’Alba DOC Passito Amaranto Vicari del 2018

Vediamo uno per volta in dettaglio…

Spumante Metodo Classico Extra Brut Rosé 1934 Romagnoli del 2018

Questo spumante Extra Brut Rosè è ottenuto interamente da uve Lacrima dall’Azienda Agricola Romagnoli nel comune di Morro d’Alba. I vigneti sono situati a 190-250m sul livello del mare su un terreno argilloso-sabbioso con presenza di calcare. Il sistema di allevamento è guyot. La vendemmia, a fine agosto del 2018, è avvenuta manualmente in cassette. Estrazione del solo mosto fiore, con fermentazione e maturazione in acciaio per 6 mesi a temperatura controllata, con successiva presa di spuma. 30 mesi sui lieviti in bottiglia, sboccatura nel 2022. Segue un ulteriore affinamento in bottiglia di almeno 3 mesi. Grado alcolico 12.5%.

Spumante Metodo Classico Extra Brut Rosé 1934 Romagnoli del 2018

Lacrima di Morro d’Alba DOC Sensazioni Mancinelli del 2022

Vino rosso ottenuto interamente da uve Lacrima viene prodotto dall’azienda Stefano Mancinelli nel comune di Morro d’Alba. I vigneti sono esposti a sud-sud-est e sono situati a 180m sul livello del mare, su di un terreno misto argilloso, argilloso-calcareo. Il sistema di allevamento e sia a spalliera che a guyot. La vinificazione avviene mediante totale macerazione carbonica, nessuna macerazione e fermentazione in acciaio a temperatura controllata. La maturazione avviene in acciaio per 6 mesi e poi seguono 2 mesi di affinamento in bottiglia. Grado alcolico 12.0%.

Sensazioni Mancinelli del 2022

Lacrima di Morro d’Alba DOC Diana Filodivino del 2021

Vino rosso ottenuto interamente da uve Lacrima, viene prodotto dall’azienda Filodivino nel comune di San Marcello. I vigneti sono situati a 230m sul livello del mare su di un terreno argilloso-calcareo e sabbia, con esposizione sud, sud-ovest. Il sistema di allevamento è sia spalliera che guyo. La vendemmia è manuale in cassette. Pigiatura soffice delle uve, poi fermentazione in acciaio a temperatura controllata sur lies. Segue una maturazione separata di cui 85% in acciaio e 15% in tini troncoconici di rovere (2000 litri). A seguire un affinamento in bottiglia di almeno 3 mesi. Grado alcolico 13.0%.

Lacrima di Morro d'Alba DOC Diana Filodivino del 2021

Lacrima di Morro d’Alba DOC Superiore Luigino Giusti del 2020

Vino rosso ottenuto interamente da uve Lacrima prodotto dall’azienda Luigi Giusti nel comune di Senigallia. I vigneti sono situati su un terreno misto argilloso-sabbioso ad un’altitudine di 80m sul livello del mare nella zona più vicina della DOC al litorale adriatico. I vigneti sono esposti a sud, e si tratta di vecchie vigne con allevamento a spalliera e guyot. La vendemmia avviene a settembre manualmente mediante cassette. La vinificazione avviene in porzioni separate in diversi tini (ognuno circa 10% della massa totale). Dopo la macerazione e la svinatura, il mosto viene posto con le fecce nobili in piccoli botti di acciaio. Segue maturazione di almeno 12 mesi in acciaio sur lies con batonnage, travase e chiarifica. Infine si ha assemblaggio dei tini migliori mediante selezione in cantina. Infine il vino affina ulteriormente per almeno 12 mesi in bottiglia. Grado alcolico 13.5%.

Lacrima di Morro d'Alba DOC Superiore Luigino Giusti del 2020

Lacrima di Morro d’Alba DOC Superiore Le Cantarelle Podere S.Lucia del 2020

Vino rosso ottenuto interamente da uve Lacrima viene prodotto dall’azienda Podere Santa Lucia nel comune di Monte San Vito. I vigneti sono situati a 180m sul livello del mare su un terreno misto argilloso, argilloso-sabbioso con esposizione a sud. Il sistema di allevamento è a spalliera e guyot. La vendemmia a fine Settembre, avviene manualmente in cassette con selezione in vigna dei migliori grappoli. Fermentazione in acciaio con lieviti indigeni a temperatura controllata (22-24°C). Maturazione in piccole botti di rovere per 24 mesi e affinamento in bottiglia per almeno 6 mesi. Gradazione alcolica 14.0%.

Lacrima di Morro d'Alba DOC Superiore Le Cantarelle Podere S.Lucia del 2020

Lacrima di Morro d’Alba DOC Superiore Guardengo Lucchetti del 2018

Vino rosso ottenuto interamente da uve Lacrima e prodotto dall’azienda Lucchetti nel comune di Morro d’Alba. I vigneti sono situati a 160m sul livello del mare su di un terreno di medio impasto tendente all’argilloso. L’esposizione dei vigneti è a sud ed il sistema di allevamento è guyot semplice e sylvoz. La vendemmia avviene a metà ottobre, manualmente e con selezione dei grappoli in vigna. Pigiatura soffice dell’uva diraspata. Fermentazione con lieviti indigeni in acciaio a temperatura controllata. Macerazione per 30 giorni con affinamento di 6 mesi in botti di cemento vetrificato. A seguire un ulteriore affinamento di 6 mesi in bottiglia. Gradazione alcolica 13.5%.

Nota: Questo vino è una riserva del produttore, quest’annata non è presente in commercio.

Lacrima di Morro d'Alba DOC Superiore Guardengo Lucchetti del 2018

Lacrima di Morro d’Alba DOC Superiore Orgiolo Marotti Campi del 2016

Vino rosso ottenuto interamente da uve Lacrime e prodotto dall’azienda Marotti Campi nel comune di Morro d’Alba. I vigneti sono situati a 180m sul livello del mare su un terreno misto tendente all’argilloso con esposizione a sud, sud-est. Il sistema di allevamento è a spalliera e guyot. La vendemmia avviene manualmente in cassette. Macerazione per 10-14 giorni, pigiatura soffice e fermentazione in acciaio a temperatura controllata. Maturazione per 12 mesi in piccole botti usate di rovere francese. Segue un ulteriore affinamento di 6 mesi in bottiglia. Gradazione alcolica 14.0%.

Nota: Questo vino è una riserva del produttore, quest’annata non è presente in commercio.

Lacrima di Morro d'Alba DOC Superiore Orgiolo Marotti Campi del 2016

Lacrima di Morro d’Alba DOC Passito Amaranto Vicari del 2018

Vino passito rosso ottenuto da uve Lacrima in purezza e prodotto dall’azienda Vicari nel comune di Morro d’Alba. I vigneti sono situati a 180m sul livello del mare su di un terreno misto in prevalenza argilloso e con esposizione a sud. Il sistema di allevamento è a doppio guyot. Vendemmia manuale in piccole cassette e a seguire appassimento delle uve in locale termocondizionato per circa 2 mesi. Macerazione di circa 20 giorni, fermentazione in acciaio a temperatura controllorata. Affinamento in acciaio per 6 mesi e a seguire un ulteriore affinamento in bottiglia di almeno 3 mesi. Gradazione alcolica 14.0% e zuccheri residue 100-120g/l.

Passito Amaranto Vicari del 2018

Potrebbero interessarti anche...