Categoria: vitigni

Durella - vitigno 0

Durella

La durella è una varietà a bacca bianca dal grappolo alato e compatto. Il nome deriva dalla durezza o compattezza della buccia e dalla elevata acidità totale che caratterizza il vino, ne permette un’elevata longevità e ottimi risultati con la spumantizzazione.

Raboso - vitigno 0

Raboso (Friularo)

Il Raboso è un vitigno a bacca nera autoctono del Veneto. E’ diffuso principalmente nella zona collinare che si estende dalla provincia di Verona fino alla zona del Piave, zona da cui probabilmente ha avuto origine. Il Raboso è un vitigno che predilige principalmente i terreni pietrosi di origine alluvionale.

vespaiola - vitigno 0

Vespaiola

La vespaiola è un vitigno a bacca bianca autoctono del vicentino, più specificatamente della piccola zona del comune di Breganze. La sua origine è alquanto incerta. Il suo particolare nome sembra derivare dalla particolare predilezione che le vespe hanno per questi acini di uva così ricchi di zuccheri.

Maceratino-vitigno 0

Maceratino (Ribona)

Il Maceratino è un vitigno a bacca bianca, noto a molti soprattutto con il nome di Ribona. Oggi prevalentemente diffuso solo nella zona di Macerata e nel comune di Loreto in provincia di Ancona, è un vitigno autoctono delle Marche di antichissima tradizione. Da tale lunga tradizione si sono accumulati moltissimi sinonimi come Montecchiese, Bianchetta, Matelicano, Uva stretta, Verdicchio Marino, Greco Maceratese e Greco delle Marche.

Croatina - vitigno 0

Croatina

La croatina è un vitigno a bacca nera autoctono dell’Oltrepò Pavese, noto fin dal Medioevo. La sua resistenza all’oidio gli ha fatto guadagnare terreno alla fine del XIX secolo Oggi, viene coltivato per la maggior parte in Lombardia (nella zona dell’Oltrepò Pavese) ed in Piemonte (nelle provincie di Vercelli e Novara) ed in Emilia Romagna (nella zona dei Colli Piacentini).

Pinot grigio - grappolo 0

Pinot Grigio

Il Pinot Grigio è un vitigno internazionale tra i più popolari al mondo. Di origine francese, deve però gran parte della sua fama al nord est italiano dove ha trovato un suo habitat naturale e produce ottimi vini di qualità. Infatti nella produzione mondiale, è quella italiana a produrre un maggior numero di bottiglie dove al primo posto c’è il Veneto e poi a seguire il Friuli Venezia Giulia.

Grignolino vitigno 0

Grignolino

Il grignolino è un vitigno a bacca nera autoctono del Piemonte, presente principalmente nelle aree di Asti e del Monferrato Casalese. Il nome grignolino si presume derivi dal termine dialettale “grignola” con cui si indicano i vinaccioli, i semi presenti nell’uva, che in questa particolare varietà sono più numerosi (almeno 3 per acino).

Schiava gentile - vitigno 0

Schiava

La Schiava è il vitigno base del Trentino Alto Adige e ne esistono diverse varietà. Infatti la Schiava, più che un vitigno, si può considerare un gruppo varietale con caratteristiche ampelografiche anche molto diverse. Tra le sottovarietà di Schiava più diffuse ci sono la Schiava Gentile, la Schiava Grossa e la Schiava Grigia. La schiava ha origini molto probabilmente slave e fu introdotta in Italia con l’invasione dei Longobardi nel nord dell’Italia.

Pigato vitigno 0

Pigato

Il Pigato è un biotipo del Vermentino, e il suo nome deriva dalla trasposizione dialettale “pigau”, che significa macchiettato, ma alcuni lo farebbero derivare addirittura dal latino “picatum”, il vino aromatizzato con pece del tempo dei Romani.

timorasso - vitigno 0

Timorasso

Il Timorasso è un vitigno a bacca bianca autoctono del Piemonte. Di natura rustica e vigorosa, questo vitigno se lasciato sviluppare con un eccessivo affastellamento della vegetazione, rischia di essere soggetto a marciumi del grappolo. Ha una produzione molto variabile di anno in anno a seconda delle condizioni climatiche. Inoltre si contende i terreni con l’uva Cortese, con cui condivide il territorio di produzione.