Categoria: vitigni

Glera - vitigno 0

Glera (Prosecco)

Il glera è un vitigno a bacca bianca diffuso in tutto il territorio veneto, una volta noto come Prosecco. Con il D.M. 21/07/2009 il termine Prosecco per indicare questo vitigno è stato sostituito con il glera. Tale operazione è stata voluta per differenziarlo dalla denominazione Prosecco.

Sagrantino - vitigno 0

Sagrantino

Il Sagrantino è un vitigno a bacca rossa autoctono dell’Umbria, diffuso in particolare nella zona di Montefalco in provincia di Perugia. L’area di produzione è limitata ai pendii collinari in buona esposizione dei comuni di Montefalco, Bevagna, Gualdo Cattaneo, Castel Ritaldi e Giano dell’Umbria.

gaglioppo grappoli 0

Gaglioppo

Vitigno a bacca nera, il Gaglioppo è l’autoctono per eccellenza della regione Calabria, dove è quasi sempre presente come componente in tutti i vini rossi DOC della regione. Molto probabilmente il Gaglioppo arrivò sulla costa Jonica della Calabria con i primi coloni greci.

Riesling - vitigno 0

Riesling Renano

Il Riesling è il vitigno tedesco per eccellenza, la cui origine si fa risalire proprio nel territorio della valle del Reno, ben noto anche nei tempi antichi e documentato fin dal XV secolo. In Italia il Riesling ( Weisser Riesling o Rhine Riesling) è noto come Riesling Renano, in modo da non confonderlo con un’altra varietà di uva chiamata Riesling Italico (Welschriesling) di qualità inferiore e con minore aromaticità.

Marzemino - vitigno autoctono 0

Marzemino

Il Marzemino è un vitigno a bacca nera originario dell’Austria e attualmente diffuso principalmente nel Veneto e nella provincia di Trento. La prima comparsa in Italia fu nei vigneti nella zona del Padovano per poi diffondersi nel territorio circostante, estendendosi dalla Lombardia al Friuli.

Inzolia - Ansonica - Vitigno 0

Ansonica o Inzolia

L’Inzolia è un vitigno bianco tipico siciliano, poi diffuso successivamente sulle coste della Maremma in Toscana e lì chiamato come Ansonica.

Albana - vitigno 0

Albana

L’albana è un vitigno tipico delle colline romagnole. Furono molto probabilmente i Romani a portare l’Albana in Romagna. Si ritiene infatti che il suo nome derivi dalla parola latina albus, che significa bianco. Altri ritengono che il suo nome indichi il luogo di origine di questo vitigno, i Colli Albani, vicino Roma.

nero di troa o uva di troia 0

Nero di Troia

Il Nero di Troia, o Uva di Troia, è un vitigno autoctono della Puglia. Terzo in ordine di produzione in Puglia, dopo il Primitivo ed il Negroamaro, questo vitigno autoctono si sta sempre più ricavando uno spazio nel mercato. Una volta utilizzato solo come vino da taglio, oggi si sta rilevando un ottimo vino per vini strutturati.

Garganega vitigno grappolo 0

Garganega

Il garganega è un vitigno a bacca bianca autoctono del Veneto, in particolare nella provincia di Verona. Ci si riferisce ad esso come un unico vitigno, ma in realtà esistono alcune suddivisioni ancora sotto studio. In particolare con questo nome ci si riferisce al Garganega Comune, con alcune sottovarietà come Biforcuta, Frastagliata e Rossa; tutti vitigni da vino e coltivati sulle colline del Soave, sui Colli Berici e sui Colli Euganei.

Arneis Vendemmia 0

Arneis

Arneis è un vitigno a bacca bianca autoctono della regione Piemonte. Questo vitigno vanta antiche origini con citazioni che risalgono persino al lontano 1432 testimoniando la sua produzione nel territorio torinese con il nome di Ranasyii. Il nome Arneis è moderno e comparve la prima volta nel 1877 con il trattato di Rovasenda.