Categoria: bacca bianca

Bianchetta genovese 0

Bianchetta genovese

La Bianchetta Genovese è un vitigno bianco autoctono della Liguria. Questo vitigno è strettamente legato alla tradizione vitivinicola della zona e ha una storia affascinante che si intreccia con la cultura e la gastronomia locali. L’origine esatta della Bianchetta Genovese non è ancora del tutto chiara, ma si ritiene che sia stata coltivata sin dall’epoca romana.

Trebbiano Giallo - vitigno 0

Trebbiano Giallo

Il trebbiano giallo è un vitigno a bacca bianca diffuso principalmente nel territorio laziale, in particolare nella zona dei Castelli Romani, tanto che spesso viene anche chiamato Trebbiano dei Castelli o Trebbiano Giallo di Velletri. Si trova inoltre diffuso anche lungo la costa tirrenica laziale nella parte settentrionale, con Cerveteri e Tarquinia e nell’entroterra romano come Zagarolo. Il suo nome deriva dal particolare colore giallo oro degli acini. Dal punto di vista delle origini, appartenendo alla grande e vasta famiglia dei Trebbiani ne condivide la provenienza.

Bombino bianco - vitigno 0

Bombino bianco

Il bombino bianco è un vitigno autoctono della Puglia, che nonostante il nome non ha niente a che fare con il bombino nero. Ricerche genetiche recenti hanno accertato invece l’identità con il vitigno Passerina. Il suo nome deriva principalmente dalla particolare forma del grappolo, che va a somigliare a quella di un “bambino”.

Bellone vitigno grappolo 0

Bellone

Il Bellone, anche noto come Cacchione (nella zona di Nettuno) è un vitigno a bacca bianca è diffuso in tutta la provincia di Roma, in particolar modo nelle zone di maggior vocazione come i Colli Albani e la zona di Anzio e Nettuno

Cortese - Vitigno 0

Cortese

Il cortese è un vitigno a bacca bianca autoctono del Piemonte. Si ritiene che il suo luogo di origine siano le colline distribuite tra Tortona ed Alessandria, anche se qualcuno lo attribuisce alla zona di Novara. Nel corso del tempo si diffuse ad est, dapprima nell’Oltrepò Pavese e poi nei dintorni del Lago di Garda. Dal punto di vista storico, si hanno tracce certe della sua presenza solamente da poco più di un secolo (Demaria e Leardi nel 1875), ma alcune fonti scritte del Settecento sembrerebbero riferirsi a tale vitigno.

Nosiola - vitigno 0

Nosiola

La nosiola è il più antico vitigno a bacca bianca del Trentino. Diffuso pressochè in tutta la provincia, questo varietà autoctona ha due punti diversi di origine situati nel sud del Trentino. Una di queste è la Valle dei Laghi lungo il fiume Sarco, fino all’estremità nord del Lago di Garda, l’altra si trova sulle colline di Pressano a poca distanza da Trento.