Merlara DOC

 Vitigni: vari

La denominazione Merlara DOC include diverse tipologie di vino come:

  • Merlara Bianco DOC
  • Merlara Bianco Frizzante DOC
  • Merlara Rosso DOC

e tipologie monovitigno come

  • Tai,
  • Malvasia,
  • Chardonnay,
  • Pinot grigio,
  • Pinot bianco,
  • Riesling,
  • Merlot,
  • Cabernet Sauvignon,
  • Refosco dal peduncolo rosso,
  • Raboso,
  • Marzemino.

Tutti questi vini sono ottenuti da uve prodotte in alcuni comuni distribuiti tra le provincie di Padova e Verona.

Merlara DOC

Tipologie di Vino

Merlara Bianco DOC (anche in versione frizzante): Tocai friulano 50-70%. Altre varietà a bacca bianca possono concorrere, da sole o congiuntamente, non aromatiche ed idonee alla coltivazione, fino ad un massimo del 50%.

Merlara Rosso DOC (anche in versione novello): Merlot 50-70%. Altre varietà a bacca nera possono concorrere, da sole o congiuntamente, non aromatiche ed idonee alla coltivazione, fino ad un massimo del 50%.

Le tipologie monovitigno devono essere ottenute da uve dei corrispondenti vitigni per almeno 85%. Possono concorrere altri vitigni con bacche di colore analogo, non aromatiche e idonee alla coltivazione, fino ad un massimo del 15%.

Caratteristiche pedo-climatiche del territorio

La caratteristica di quest’area, plasmata dal passaggio dei fiumi Adige e Fratta, che hanno modificato nel tempo la terra rendendola estremamente fertile e generosa, è infatti la presenza di suoli prevalentemente sabbiosi con percentuali variabili di limo. I terreni vocati a vigna sono profondi, con presenza importante di argilla. Data la grande disponibilità di territorio, sono però investiti a vigneto solo i terreni migliori, quelli meglio strutturati, più regolari, facilmente accessibili e che possono permettere l’irrigazione di soccorso. Il clima è temperato-mediterraneo, le estati sono calde e gli inverni miti. L’escursione termica annua è abbastanza elevata mentre la piovosità risulta piuttosto contenuta anche se ben distribuita nel corso dell’anno.

Merlara DOC area

Storia della DOC

Nel territorio già dal X secolo si coltivavano vigne le cui uve raccolte e trasformate in vino nelle cantine delle corti ristoravano i numerosi viandanti che percorrevano le antiche strade di collegamento con importanti centri abitati. L’incremento durante la romanizzazione delle vie di comunicazione ha accentuato lo sviluppo dell’agricoltura e la diffusione della viticoltura.

DOC

Marchio DOC DOP

2000

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.