25-27 Febbraio – Slow Wine Fair 2024 – BolognaFiere

La Fiera Slow Wine 2024 va avanti, incoraggiata dai risultati delle precedenti edizioni, con una nuova edizione a BolognaFiere il 25-27 Febbraio. Con più di 10.000 iscrizioni, le aziende di tutti i settori sono presenti in modo significativo: oltre 750 cantine, più di 4.000 etichette, partecipazione a masterclass e un convegno di alto livello. Un’ottima occasione per poter conoscere e degustare degli ottimi vini di qualità.

Slow Wine Fair Bologna Fiere

La Masterclass di Slow Wine

La Masterclass di Slow Wine Fair si svolgerà tra vitigni storici, autoctoni ed eroici. Vitigni storici, autoctoni ed eroici: questi sono alcuni dei temi che verranno trattati nelle degustazioni guidate, già prenotabili sul sito della manifestazione, e nei vini. Le conferenze di approfondimento online sono una delle tappe che precedono l’evento, come la conferenza online del 17 gennaio (ore 18) sul tema “Il suolo, bene comune“.

La Masterclass di Slow Wine Slow Wine Fair 2024 offre una vasta gamma di attività, tra cui degustazioni guidate rivolte ad appassionati e professionisti del vino per esplorare il panorama enologico italiano e internazionale. In questa terza edizione, un’attenzione particolare è rivolta al grande patrimonio di varietà autoctone. Perché è importante parlarne? La straordinaria ricchezza ampelografica è un elemento distintivo della viticoltura italiana. Sono 750 le varietà di uve da vino registrate nel nostro Paese (come descritto nella Guida alle varietà italiane degli editori di Slow Food), alcune delle quali sono state dimenticate, riscoperte, protette e migliorate.

Ecco una lista delle masterclass in programma:

  • 25 Feb 13:00 – La biodinamica tra Europa e Sudafrica
  • 25 Feb 15:00 – Alla scoperta delle vigne storiche ed eroiche dell’Emilia Romagna
  • 25 Feb 17:00 – Outsider, piccoli grandi vini contro ogni pronostico
  • 26 Feb 11:00 – Weingut odinstal e l’illuminata direzione Schumann: la biodinamica in Pfalz
  • 26 Feb 12:00 – Bianchi Autoctoni d’Abruzzo
  • 26 Feb 13:00 – Il Modigliana Bianco, la nuova stella dell’Appennino
  • 26 Feb 14:00 – Avanti Savoia, una verticale della mitica Roussanne Cuvée Les Fripons
  • 26 Feb 15:00 – Grappolo Intero, confronto tra vecchio e nuovo mondo
  • 27 Feb 11:00 – Rifermentazione, quando l’acidità rock crea vini star
  • 27 Feb 12:00 – La Freisa che amiamo, la seconda vita di un vitigno dal fulgido futuro

Per partecipare è necessario acquistare il proprio biglietto d’ingresso. Il costo del biglietto d’ingresso sarà aggiunto al biglietto d’ingresso alla fiera. Le masterclass possono essere acquistate online fino al 24 febbraio. Il giorno dell’evento, verificare la disponibilità e acquistare i biglietti alla reception dell’evento. Se siete appassionati di vino e desiderate partecipare alle Masterclass (giornate per professionisti del vino) del 26 e 27 febbraio, contattate info.eventi@slowfood.it.

Se sei interessato, puoi andare sulla pagina del programma ed acquistare il biglietto.

Vino rosso

La Premiazione Carta Vini Terroir e Spirito Slow

Torna a SlowWine l’assegnazione dei premi Carta Vini Terroir e Spirito Slow, selezionati da appassionati ed esperti, come primo spin-off della premiazione Milano Wine Week Awards, che celebrano le migliori selezioni di vini di ristoranti e rivenditori. Oltre 100 premi assegnati da una giuria di esperti della Milano Wine Week Award, più 36 nuovi premi selezionati da una giuria di professionisti e appassionati di vino, celebrano la cultura del bere vini buoni, puliti e giusti e si concentrano su questa tipologia di vino. Rafforzare il legame tra ristoranti selezionati e appassionati di vino.

Molti appassionati di vino invieranno la loro carta dei vini per enoteche, ristoranti, osterie, bistrot e pizzerie al Salone del Vino Slow. Gli utenti possono votare i loro ristoranti in nomination (ogni utente può esprimere una sola preferenza per categoria). A questo punto, per la prima volta, una giuria di esperti valuterà i nomi in classifica e deciderà il migliore per ogni categoria. I premi saranno consegnati alla Fiera Slow Wine lunedì 26 febbraio.

Per quanto riguarda la premiazione Carta Vino Terroir saranno riconoscimenti attribuiti a quei ristoranti ed enoteche che vantano una selezione particolarmente forte su otto terroir scelti in base alle seguenti suddivisioni

Premi territoriali italiani:

  • migliore selezione di Amarone e miglior selezione dell’Etna (per le denominazioni più affermate)
  • migliore selezione di vini del Carso e della Romagna (per le denominazioni emergenti)

Premi territoriali internazionali:

  • la Champagne e il Rodano per i territori affermati
  • lo Jura e il Portogallo per i territori emergenti

Per quanto riguarda la premiazione Spirito Slow invece verranno assegnati dei riconoscimenti in base a delle tematiche prestabilite:

  • Migliore selezione di vini provenienti da vitigni autoctoni “minori”
  • Migliore selezione di vini certificati (biologici e/o biodinamici)
  • Migliore selezione di vini con un buon rapporto qualità/prezzo
  • Migliore selezione di vini italiani buoni, puliti e giusti all’estero

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.