Guida ai vini del Trentino Alto Adige


I vini del Trentino – Alto Adige

Il Trentino-Alto Adige è una regione interamente montuosa di circa 14000 Kmq. E’ composta dalle province autonome di Trento e Bolzano, che segnano una differenziazione sia linguistica che amministrativa, per cui parliamo di Trentino da una parte e Alto Adige dall’altra. Anche se geograficamente parlando sarebbe difficile tracciare un confine morfologico tra le due zone, le differenze etniche e linguistiche da una parte e pedoclimatiche, dall’altra hanno anche portato, nel corso dei secoli, ad una caratterizzazione su base provinciale della produzione vitivinicola.

Alto Adige

L’Alto Adige conta meno di 5000 ettari vitati, tutti in zone montane o pedemontane.
Tra i vitigni a bacca rossa abbiamo la Schiava (Vernatsch), ma anche il Lagrein. Tra gli internazionali spicca il Pinot Nero, che ha trovato nella zona di Egna-Ora uno dei territori ad esso più vocati. Tra le uve a bacca bianca nella stessa zona troviamo il Gewürztraminer, in origine proveniente dalla zona di Termeno (Tramin), mentre a nord di Bolzano, nella Val d’Isarco e nella Val Venosta troviamo anche il Kerner e il Sylvaner. Diffuso anche il Moscato Rosa e il Moscato Giallo (Rosenmusketeller e Goldmuskateller) il primo in forma di vini passiti anche di notevole spessore, il secondo molto gradevole soprattutto nella versione secca.

La zona di Terlano è caratterizzata da formazioni perfidiche che conferiscono ai vini una gradevole mineralità oltre a caratteristiche di longevità di tutto rispetto. La DOC Alto Adige è appunto l’unica nella provincia e viene suddivisa in sottozone caratterizzate a livello pedoclimatico.

vignaioli alto adige

Trentino

Il Trentino, la zona ai due lati della Valdadige da Rovereto a Salorno, ha una superficie vitata di circa 9000 ettari. Come nell’alto veronese e in Valpolicella, la forma di allevamento più diffusa in tutta la regione è la Pergola, doppia in pianura e semplice sui rilievi. Tre i vitigni autoctonio a bacca rossa di riferimento: il Marzemino nella zona a sud di Trento (Isea e Seresi) il Teroldego nella piana Rotaliana a nord di Trento (Teroldego Rotaliano DOC) e la Schiava (nelle varianti Grigia, Grossa e Gentile), più in su ai confini provinciali con l’Alto Adige (DOC Valdadige). Nella zona confinante con la provincia di Verona (DOC Valdadige Terra dei Forti) è diffuso anche l’Enantio (Lambrusco a foglia frastagliata). In zona di Trento sono anche presenti il Pinot Grigio, il Pinot Nero e il Cabernet. I vitigni a bacca bianca più coltivati sono gli internazionali (Chardonnay e Pinot bianco) che con il Pinot Nero entrano nella produzione spumantistica del metodo classico Trento DOC.

Trentino - Vinitaly 2018

Trentino – Vinitaly 2018

Le denominazioni DOC del Trentino Alto Adige

Le denominazioni IGT del Trentino Alto Adige

  • Co IGT