Le nuove diciture Vinos de Pueblo del Rioja DOCa: un modo per esaltare ancora di più il territorio

Il Consiglio Regolatore della Denominazione di Origine Qualificata (DOCa) Rioja ha da poco approvato il passaggio della dicitura in etichetta da Vinos de Municipio a Vinos de Pueblo. Questa modifica è stata fatta per sottolineare il terroir del zona del Rioja, un concetto che deve essere ben chiaro a tutti gli amanti del vino e che comprende non solo il suolo, ma che il microclima, la tradizione locale, ma anche le persone. Questo cambiamento è quindi un riconoscimento alla unicità di ogni comune, che contribuisce in maniera univoca con il suo proprio terroir alle diverse espressioni del vino Rioja.

Vinos de Pueblo del Rioja DOCa

I Vinos de Pueblo del Rioja DOCa

La nuova modifica consiste nell’utilizzare in etichetta la nuova dicitura “Vino di” seguita dal nome del comune di origine. Tale modifica sarà consentita solo se le uve utilizzate per produrre tale vino siano provenienti esclusivamente da quel territorio, e comprenda anche la sua lavorazione ed imbottigliamento. Tale dicitura sarà un’indicazione specifica che tutto l’intero processo dall’impianto alla bottiglia si sia svolto in uno specifico territorio, tale da poterne poi riportare il nome in etichetta. Questa nuova modalità avrà il fine, non solo di certificare la provenienza del vino acquistato, ma anche la possibilità di poter carpire al meglio le espressioni del terroir di ogni singolo territorio comunale. C’è da aggiungere che il Consiglio Regolatore ha anche lasciato una porta aperta anche in casi diversi. Infatti è prevista una flessibilità di poter utilizzare fino al 15% di uve provenienti dai comuni vicini.

Oltre a tale dicitura, il Consiglio Regolatore della Rioja DOCa ha approvato anche un’ulteriore dicitura,”‘Viñedo en” da aggiungere accanto al nome del comune. Questo permetterà di specificare ulteriormente la provenienza delle uve descrivendo il nome del vigneto da cui provengono. Tale aggiunta offre al consumatore una tracciabilità della produzione davvero specifica.

Tali modifiche sono state effettuate, non senza sforzi, per volere del Consiglio Regolatore del Rioja DOCa, per migliorare ulteriomente la differenziazione dei suoi vini all’interno della denominazione, con la possibilità dei produttori di poter esaltare sia il terroir che particolari cru presenti nel territorio ed ancora non valorizzate. Quindi l’aggiunta di Comune e Singolo Vigneto alle specifiche in etichetta che finora riportavano solo le sottozone del Rioja sarà un ottimo strumento per incrementare la conoscenza di questo vino nelle sue più piccole sfaccettature.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.