Taggato: vinitaly2019

Vinitaly 2019 Campania Ischia DOC - Cenatiempo 0

Vinitaly 2019 – I vini d’Ischia con la cantina Cenatiempo

Ci stiamo avvicinando al periodo pasquale, ma continuiamo a parlare di Vinitaly 2019 e di alcuni produttori italiani che sono stati scelti da noi soprattutto per la qualità dei loro vini, ma anche per la loro passione e per la loro capacità di esprimere al meglio il loro territorio. Una di queste cantine è la cantina Cenatiempo di Ischia.

Vinitaly 2019 Sardegna Cantina Li Duni 0

Vinitaly 2019 Sardegna – Cantina Li Duni

Dopo l’esperienza recente di Vinitaly 2019, voglio segnalarvi una cantina a cui sono particolarmente affezionato: la cantina Li Duni. Per chi ama la Sardegna e soprattutto vuole ritrovarne i sapori in un calice di vino, i vini della cantina Li Duni sono una fotografia perfetta del terroir e della tradizione sarda.

Vinitaly 2019 Puglia - Gianfranco Fino serie di vini 0

Vinitaly 2019 – Dalla Puglia il Primitivo e Negroamaro con Gianfranco Fino

Tra gli innumerevoli produttori della regione Puglia che si sono presentati a Vinitaly 2019, interessantissimi sono i vini prodotti da Gianfranco Fino: Es, Jo e Sé. Questi tre vini sono esempi dell’interpretazione egregia ed elegante del terroir pugliese. Geniale inoltre assegnare a questi vini nomi “freudiani” che richiamano il loro carattere individuale.

Vinitaly 2019 Abruzzo - Cantina Illuminati Stand 0

Vinitaly 2019 – Il Montepulciano d’Abruzzo con la cantina Illuminati

Una delle cantine che merita una particolare attenzione e di cui vi voglio parlare in questo articolo è la cantina Illuminati. Questa azienda abruzzese è situata a nord della provincia di Teramo, quasi al confine con le Marche. Fondata da Nicola Illuminati nel 1890, come Fattoria Nicò, oggi è nota a tutti come cantina Illuminati.

La DOC Mamertino verso il Vinitaly 2019 0

La DOC Mamertino verso il Vinitaly 2019

nsieme si può. E’ questo il messaggio che l’area produttiva della DOC Mamertino porta in dote al Vinitaly 2019. In tredici si sono presentati dal notaio a metà marzo, per costituire l’associazione dei Produttori del Mamertino, con l’obiettivo di avviare un primo nucleo da cui poter far sviluppare – un giorno – il Consorzio di Tutela della Denominazione, riconosciuta nel 2004.