Lacrima Nera

lacrima nera diffuzione vitigno

Area di diffusione: Marche

Il Lacrima Nera è un vitigno autoctono a bacca nera diffuso nella regione Marche e in Calabria, e che viene utilizzato per produrre vini dal carattere unico e distintivo. Il nome Lacrima si riferisce alle gocce di resina che si formano sulla superficie dell’acino di uva, che sembrano lacrime. Questo vitigno è stato coltivato per secoli nella zona del comune di Morro d’Alba, dove viene prodotto il Lacrima di Morro d’Alba DOC.

Il Vitigno Lacrima Nera, storia e origini

Non esiste una chiara e accettata origine del vitigno Lacrima Nera. Tuttavia, alcune teorie suggeriscono che potrebbe essere originario della Grecia o della Turchia e che sia stato poi introdotto in Italia dagli antichi Romani. Altri suggeriscono che il vitigno sia stato importato in Italia dai Fenici o dagli Etruschi, mentre alcuni esperti sostengono che il Lacrima Nera sia originario dell’Italia centrale, e in particolare della regione Marche.

In ogni caso, il Lacrima Nera è coltivato da secoli nelle zone collinari intorno a Morro d’Alba, un comune della provincia di Ancona, nelle Marche, dove viene coltivato principalmente in terreni argillosi e calcarei.

Lacrima nero vitigno

Oggi il Lacrima Nera è un vitigno autoctono molto apprezzato e conosciuto principalmente in Italia, ma sta guadagnando popolarità anche all’estero, soprattutto negli Stati Uniti e in Giappone.

In Calabria, il Lacrima Nera viene chiamato anche “Lacrima” o “Uva della Terra”, ed è stato introdotto nella regione dal monaco grecanico San Francesco D’Assisi durante il XIII secolo. In Calabria, il Lacrima Nera viene coltivato principalmente nella provincia di Cosenza, in particolare nei comuni di Firmo e Lattarico, dove viene utilizzato per produrre vini rossi robusti e corposi.

Nonostante ciò, non è chiaro se il vitigno Lacrima Nera coltivato nelle Marche e in Calabria sia lo stesso vitigno o varianti diverse. Tuttavia, è importante notare che il clima e le condizioni di coltivazione possono influire notevolmente sulle caratteristiche del vitigno e sui vini prodotti, anche se si tratta della stessa varietà.

Il vitigno Lacrima Nera non è presente in altre regioni italiane oltre alle Marche e alla Calabria, almeno non in modo significativo. Tuttavia, ci sono altre varietà di uva che prendono il nome di “Lacrima” o “Lacrima di …” in altre regioni italiane, ma non sono necessariamente legate al vitigno Lacrima Nera. Inoltre, esistono anche altre varietà di uva rosse autoctone in diverse regioni italiane che producono vini dal carattere simile al Lacrima Nera, come ad esempio il Brachetto in Piemonte o il Schiava in Trentino-Alto Adige.

Lacrima di Morro d'Alba DOC

Vendemmia e caratteristiche del vitigno Lacrima Nera

Il periodo di vendemmia del vitigno Lacrima Nera varia in base alle condizioni climatiche della zona di coltivazione e alla tecnica di coltivazione utilizzata. In genere, la vendemmia del Lacrima Nera inizia a metà settembre e si protrae fino alla fine del mese, ma in alcune zone può iniziare anche a fine agosto. Tuttavia, il momento migliore per la vendemmia dipende dal grado di maturazione delle uve, che viene valutato attraverso l’analisi degli zuccheri, dell’acidità e del pH dell’uva. Poiché il vitigno Lacrima Nera è particolarmente delicato e sensibile alla muffa e ad altre malattie delle piante, è importante effettuare la vendemmia quando le uve sono mature ma non eccessivamente appassite o sovramaturate, al fine di evitare la perdita di qualità del frutto e del vino prodotto.

Il grappolo del vitigno Lacrima Nera è di medie dimensioni, con una forma conica e allungata e una densità media di acini. Gli acini sono di dimensioni piccole o medie, di forma sferica o ovale, con buccia spessa e di colore nero intenso o viola scuro. Una delle caratteristiche distintive dell’uva Lacrima Nera è la sua elevata concentrazione di zuccheri e aromi, che conferiscono al vino prodotto un profumo intenso e fruttato, con note di rosa, viola, frutti di bosco e spezie.

Vini ottenuti con il vitigno Lacrima Nera

La produzione di vino a partire da questo vitigno è generalmente limitata, il che rende i vini Lacrima Nera piuttosto rari e ricercati dagli appassionati di vino, ed nelle Marche ha una sua DOC dedicata a questo vitigno: Lacrima di Morro d’Alba DOC. Il Lacrima Nera produce vini di colore rosso rubino intenso, con un profumo caratteristico che ricorda i frutti di bosco e le spezie. In bocca, questi vini sono generalmente morbidi, fruttati e aromatici, con un livello di tannini medio-basso e un’acidità equilibrata.

Marche

Calabria

  • Calabria IGT

Umbria

  • Allerona IGT
  • Bettona IGT
  • Cannara IGT
  • Narni IGT
  • Spello IGT
  • Umbria IGT

Puglia

  • Murgia IGT
  • Puglia IGT
  • Salento IGT
  • Tarantino IGT
  • Valle d’Itria IGT

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.